A volte non ci si rende conto di quanto le piccole cose siano importanti per la salute.

Tutti cercano di essere più in forma e in salute, ma nessuno rovescia una bottiglia dell’acqua per controllare un numero scritto sul fondo che, come spiega la Natural Society americana, indica il livello di sicurezza della plastica utilizzata, in particolare quali sostanze chimiche tossiche sono presenti.

NUMERO 1.

Il numero è uno significa che la plastica viene considerata sicura e si trova principalmente nelle bottiglie delle bibite d’acqua gasata, birra e collutori, nei contenitori per condimenti d’insalata e del burro d’arachidi.

NUMERO 2

La plastica di tipo due si trova nei contenitori del latte, detergenti per la casa, bottiglie di succhi, shampoo, yogurt, burro, nelle scatole di cereali, nei flaconi dei detersivi e nelle bottiglie di olio motore. È di solito opaca ma è considerata sicura grazie al basso rischio di rilasciare sostanze chimiche.

NUMERO 3

Quella di tipo tre si trova negli imballaggi trasparenti, nei flaconi dello shampoo, nelle bottiglie di olio da cucina, nelle attrezzature mediche, nelle tubazioni e finestre. Viene anche usata per il confezionamento dei cibi, nei tubi idraulici e nelle bottiglie di detersivo. È una plastica considerata pericolosa e secondo la Natural Society «può contenere ftalati, che sono associati a numerosi problemi di salute come gli aborti. Contengono anche Deha, una tossina che se assunta a lungo può essere cancerogena e causare perdita di massa ossea e problemi al fegato. Per questo si consiglia di non cucinare con olii contenuti in questa plastica o bruciarla.

NUMERO 4

La plastica di tipo quattro secondo la Natural Society è una delle più sicure e si trova generalmente nelle bottiglie che si possono schiacciare, nelle borse per la spesa, nei contenitori dei surgelati, nei sacchetti di pane e in alcuni involucri.

NUMERO 5

Anche quella numero cinque è sicura e si trova nei contenitori dello yogurt, bottiglie di ketchup, di sciroppo e dei medicinali.

NUMERO 6

La plastica numero sei, come spiega la Natural Society, è difficile da riciclare e quindi ha un certo impatto ambientale: «Rappresenta un rischio per la salute, rilascia sostanze chimiche potenzialmente tossiche, specialmente se riscaldate». Si trova nelle custodie dei cd, nei cartoni delle uova, nei vassoi di carne e nei piatti e bicchieri usa e getta.

NUMERO 7

La sette si trova negli occhiali da sole, nelle custodie per lettori mp3, nel nylon, nei materiali antiproiettile, «è un mix di plastica che include polibicarbonato, che contiene bisfenolo A tossico». Queste plastiche dovrebbero essere evitate a causa del contenuto del bisfenolo, che può causare infertilità, iperattività, problemi riproduttivi e altri problemi di salute».

 

Per concludere, la Natural Society raccomanda di evitare le plastiche 3,6 e 7 in quanto presentano il maggior rischio di proliferazione batterica e rilascio di sostanze chimiche. La plastica non si può non utilizzare, ma è meglio limitarne l’uso e utilizzare il vetro.

Visto il periodo mi sono tolto la curiosità di cercare questi numeri sulla bottiglietta di acqua minerale … forse con il microscopio elettronico. In compenso immagini di frutta, verdura, neonati, montagne innevate, insomma la natura allo stato puro.


2019-07-03 18:30:37