Calo nelle vendite di auto. Evidentemente si ritiene che cambiare un’auto sia come cambiare un paio di scarpe.

Il ns. sviluppo si basa sul consumo e quindi anche se hai un prodotto perfettamente funzionante lo devi buttare per comprarne uno nuovo, che però nessuno ti regala. Ci stanno riempiendo la testa con l’auto elettrica. Osservo: il parco automobilistico è costituito da auto a benzina e gasolio. Quest’ultimo sembra la causa di ogni male e malattia umana. Ma è proprio così? L’Istituto di Ricerca di Monaco di Baviera ha reso noto un report attraverso il quale sono state messe a confronto una Tesla Model 3 (elettrica) e una Mercedes C220d (diesel), due auto molto conosciute a livello globale e che emettono meno CO2 rispetto a molte concorrenti.

La scoperta è stata che la Tesla Model 3 inquina di più della Mercedes C220d in quanto l’auto elettrica più famosa al mondo emette una quantità di CO2 compresa tra 155 e 188 g/km mentre la Mercedes non supera i 141 grammi per ogni km percorso. Ovviamente i conti vanno fatti bene e cioè dalla fabbricazione e utilizzo fino alla demolizione e non solo nel momento della circolazione. Pensiamo anche ad esempio alle fasi di estrazione e lavorazione delle materie prime per la produzione delle batterie. Inoltre come si produce la corrente elettrica? Oggi al mondo la produzione di energia elettrica dipende per il 31 % dal petrolio e dal 29 % dal carbone.

Storicamente l’alternativa a benzina e gasolio è stato ed è GPL e metano. Come mai, dopo decine di anni, costituiscono ancora una nicchia? Perché non è stata fatta una legge che obbligava a fare solo auto con queste alimentazioni meno inquinati? O creare incentivi “pesanti” all’acquisto di questi propulsori e non il semplice “sconticino” sull’acquisto del carburante? Forse le lobby non vedevano utili soddisfacenti?

In sintesi vantaggi e svantaggi di un’auto elettrica:

Vantaggi:

I motori elettrici presentano i seguenti vantaggi rispetto ai motori ad alimentazione tradizionale a benzina e diesel:

  • eliminazione dei combustibili tradizionali derivati dal petrolio, come benzina e gasolio;
  • maggiore economicità di gestione in considerazione dei costi dei combustibili tradizionali (per ora, consideriamo che il 50 % del costo del carburante è dato dalle tasse);
  • rispetto dell’ambiente garantito dall’uso del motore elettrico non inquinante, abbattimento gas serra durante la circolazione dell’auto (valutando solo il momento della circolazione);
  • maggiore efficienza termodinamica del motore elettrico; minore energia consumata per la stessa percorrenza;
  • maggiore semplicità costruttiva del motore elettrico rispetto a quello a scoppio; un motore elettrico ha un numero minore di componenti meccaniche in movimento, non necessita ad esempio di pistoni, bielle, cilindri e valvole;
  • disponibilità di maggiore coppia motrice nel motore elettrico;
  • minori costi di manutenzione dei motori elettrici rispetto a quelli termici;
  • silenziosità del motore elettrico (alle volte forse troppo silenzioso e quindi pericoloso).

 

Svantaggi:

Le auto elettriche presentano i seguenti svantaggi:

  • costo particolarmente elevato;
  • bassa autonomia delle batterie, rispetto ai termini di paragone con i motori termici;
  • ingombro e peso eccessivo delle batterie;
  • tempi di decadimento di vita delle batterie non elevati e comunque spesso inferiori alle aspettative;
  • insufficiente diffusione delle stazioni di ricarica, con evidente difficoltà a ricaricare l’auto elettrica in modo rapido ed efficiente;
  • tempi di ricarica assolutamente elevati rispetto ai tempi dei motori tradizionali.
  • smaltimento batterie (dove, come, costi, ecc.).
  • rischio elettrocuzione / incendio a seguito di urto o schiacciamento della carrozzeria oppure per avarie al blocco batterie.


2019-07-18 11:26:50